Incentivi “Parco Agrisolare” fino al 90% - Finanza Agevolata srl
21698
post-template-default,single,single-post,postid-21698,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.4,side_area_uncovered,wpb-js-composer js-comp-ver-6.10.0,vc_responsive

Incentivi “Parco Agrisolare” fino al 90%

Incentivi “Parco Agrisolare” fino al 90%

Incentivi su interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, da finanziare nell’ambito del PNRR, Missione 2, componente 1, investimento 2.2 “Parco Agrisolare”.

Possono beneficiare dell’incentivo “Parco Agrisolare” strutture agricole o agroindustriali necessariamente già esistenti.

 Soggetti beneficiari:

a) Imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria;

b) imprese agroindustriali, in possesso di codice ATECO di cui all’Avviso da emanarsi ai sensi dell’articolo 13;

c) indipendentemente dai propri associati, le cooperative agricole che svolgono attività di cui all’articolo 2135 del codice civile e le cooperative o loro consorzi di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 18 maggio 2001 n. 228.

Sono esclusi  dell’incentivo i soggetti esonerati dalla tenuta della contabilità IVA, aventi un volume di affari annuo inferiore ad euro 7.000,00.

Obiettivi:

Per le aziende agricole di produzione primaria, gli impianti fotovoltaici sono ammissibili agli aiuti unicamente se l’obiettivo è quello di soddisfare il fabbisogno energetico dell’azienda e se la loro capacità produttiva non supera il consumo medio annuo di energia elettrica dell’azienda agricola, compreso quello familiare. La vendita di energia elettrica è consentita nella rete purché sia rispettato il limite di autoconsumo annuale.

Agli investimenti realizzati vengono riconosciuti incentivi  in conto capitale fino al 70% della spesa massima ammessa, con un incremento del 20% per l’imprenditoria giovanile, fino ad un massimo di €.750.000,00 a progetto e €.1.000.000,00 per azienda.

 

 

Lavori ammessi:

▪Installazione di moduli fotovoltaici, inverter,e software di gestione;

▪Sistemi di accumulo;

▪Colonnine di ricarica elettrica;

▪Eventuale demolizione e ricostruzione delle coperture;

▪Spese di rimozione e smaltimento dell’amianto, ove presente;

▪Realizzazione dell’isolamento termico dei tetti;

▪Realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria); il sistema di areazione dovrà essere realizzato mediante tetto ventilato e camini di evacuazione dell’aria.

▪Costi di connessione alla rete;

 

 

Vi invitiamo a mettervi in contatto con il nostro ufficio, dove saremo lieti di accogliere vostre domande e guidarvi per una corretta richiesta dell’incentivi al fine di non perdere l’ottima occasione, che peraltro mai come oggi, potrebbe essere di grande aiuto per le economie aziendali e alla crescita di giovani imprenditori.

 

CONTATTACI

 

Non ci sono commenti

Commenta